Autore Topic: INIZIA LA SERIE A  (Letto 150709 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Samsung

  • assistente ammaestratore di muli
  • ***
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 0
  • Post: 67
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #15 il: 20 Novembre 2005, 20:22:50 »
Frodo , e si che cambierà aspettate il Napoli  :clap:  :clap:  :clap:  :clap:  :clap:

Offline cadex1

  • ZEB MACAHAN
  • Senatores
  • Membro storico
  • *
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 23
  • Post: 2166
    • http://
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #16 il: 20 Novembre 2005, 20:44:33 »
Citazione
Zitto cadex :rotfl:
[snapback]102778[/snapback]

Tre scoppole fanno male.... :rotfl:

Offline MoNrOo

  • La Admin CattiFa....
  • Senatores
  • Membro storico
  • *
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 5
  • Post: 3789
  • Sesso: Femmina
  • Boing, Boing!!
  • P2P in uso: : eMule Ufficiale
  • State of Mind:  O:)
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #17 il: 21 Novembre 2005, 02:01:58 »
Ciao,ciao milan... Ho visto controcampo (mi son fermato solo per la topa accanto a mosca e per farmi due risate a vedere piccinini asd)... oddio che ridere.... I milanisti rosicano bene... Può anche darsi che la viola non ne vinca più una da ora in poi (seeee...) ma la soddisfazione ce la siamo levata....aahhgahgaghaghhgahgagh

Vieni rubentus, si aspetta anche voi :ph34r:

Offline cadex1

  • ZEB MACAHAN
  • Senatores
  • Membro storico
  • *
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 23
  • Post: 2166
    • http://
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #18 il: 21 Novembre 2005, 06:21:48 »
Citazione
Vieni rubentus, si aspetta anche voi :ph34r:
[snapback]102801[/snapback]

tieni conto che abbiamo dei rigoristi molto validi... :rotfl:

Offline MoNrOo

  • La Admin CattiFa....
  • Senatores
  • Membro storico
  • *
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 5
  • Post: 3789
  • Sesso: Femmina
  • Boing, Boing!!
  • P2P in uso: : eMule Ufficiale
  • State of Mind:  O:)
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #19 il: 21 Novembre 2005, 12:53:47 »
E che ve ne fate dei rigoristi se non vi danno i rigori ?? :ph34r:

Ah, già, ma alla rube, a Firenze, gliene danno un paio a prescindere senza nemmeno scendere in campo :P

Offline cadex1

  • ZEB MACAHAN
  • Senatores
  • Membro storico
  • *
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 23
  • Post: 2166
    • http://
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #20 il: 21 Novembre 2005, 17:41:38 »
Citazione
E che ve ne fate dei rigoristi se non vi danno i rigori ?? :ph34r:

Ah, già, ma alla rube, a Firenze, gliene danno un paio a prescindere senza nemmeno scendere in campo :P
[snapback]102821[/snapback]

speriamo anche di piu'!!!! :rotfl:  :rotfl:

Offline fe_de_7

  • assistente ammaestratore di muli
  • ***
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 1
  • Post: 192
    • http://
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #21 il: 15 Dicembre 2005, 15:33:11 »
Articolo di Michele Serra apparso su "la Repubblica" del 13/12

Citazione
Di Canio, fascista impunito

Con le curve pavesate, da anni, di croci celtiche e svastiche, fa veramente ridere che le autorità calcistiche (e politiche) "auspichino" che la politica rimanga fuori dagli stadi. Nel coro indistinguibile e pavido delle reazioni post-Di Canio, in fondo l'unico che si distingue è un La Russa pre-Fiuggi, che proprio non capisce che cosa ci sia di male in un saluto romano.
Sarebbe reato, diciamolo per inciso, ma la depenalizzazione di fatto dell'apologia di fascismo, in quel carnaio di illegalità che sono gli stadi, rischia di passare per un dettaglio. Perfino nel commento del sindaco di Roma.
Quanto alla politica, e a Livorno-Lazio: eccola lì, ridotta a un derby di provincia tra due curve ringhiose di figli di mamma, che tornando a casa non troveranno né lager né gulag, ma la Domenica sportiva. E la storia italiana, con il suo carico di tragedia e di gloria, di dittatura e libertà, è finalmente al vaglio del giudice sportivo: una o due domeniche di riposo per chi saluta romanamente le svastiche esposte nella sua curva? E i "valori" fascisti, evocati da un attaccante in crisi di nervi come "senso di appartenenza al mio popolo", diventano l'incresciosa parodia domenicale del sangue (vero) versato a fiumi nella guerra del Duce, e del suo amico tedesco sterminatore di ebrei, zingari e omosessuali.
Io me ne frego — per usare un'espressione a lui familiare — che Paolo Di Canio sia fascista. Ce ne sono ancora tanti, in questo Paese, di quelli difficili e di quelli facili, di quelli duri e di quelli molli sdoganati dal sottogoverno, tutti gratificati, comunque, dall'andazzo modaiolo (e molto radical-chic, caro Di Canio) del revisionismo storico, e dello sfregio ininterrotto alla Costituzione. Quasi tutti col culo al caldo, anche se la retorica di parrocchia si ammanta di rischio e audacia: una minoranza sdoganata da fior di professori e ministri, giornalisti e romanzieri, gente da palinsesto, fascisti da audience, che però ama tanto passarsela da perseguitata, perché è più maudit.
Quello che duole, quello che fa ribrezzo, è vedere il grumo ancora dolente del Novecento italiano ridotto a litigio da moviola, come i fuorigioco e i rigori: e di questo Paolo Di Canio, se è intelligente come dice, dovrebbe provare vergogna. Vergognarsi di essere, per giunta orgogliosamente, il protagonista più vistoso di una farsa, con il fascismo e il comunismo ridotti a un palio domenicale per pochi isterici, le solite curve ululanti negli stadi sempre più vuoti, abbandonati da chi ha schifo proprio di quella farsa, di quella spropositata e presuntuosissima simulazione di guerra incarnata da poveracci che su Mussolini non hanno letto un libro, e fanno fatica a leggere per intero anche uno striscione.
Se davvero Di Canio, che è un professionista famoso e un romano abbiente, avesse a cuore "il suo popolo", come pomposamente definisce i due o trecento disturbati che hanno sequestrato la curva della povera Lazio pavesandola di croci uncinate, la pianterebbe di aizzarli: o ha bisogno di una così triste claque per le sue vanitose passerelle da ardito fuori tempo massimo? Telefonerebbe al suo competitor Lucarelli, il goleador guevarista del Livorno, e gli proporrebbe di smetterla con questa ridicola caricatura dell'ideologia, con questa pagliacciata degli opposti bomber. L'ideologia è una cosa seria, è ragione di vita e di morte, non è una cosa da zona Uefa.
Addolora particolarmente che perfino la Comunità ebraica sia stata costretta a scomodarsi per queste infime beghe, per questi sbrachi da piccola gente. Vedere la Comunità ebraica, con quello che si porta in spalle, costretta a questionare con un calciatore, è una enormità, ed è cosa che dovrebbe costringere il calciatore a sprofondare, ad accorgersi che qualcosa di veramente iniquo e stupido è accaduto. E quel qualcosa non è soltanto il saluto romano, che piaccia o non piaccia al fascista rinato La Russa evoca in milioni di italiani le leggi razziali, la dittatura e la guerra. E' anche l'appropriazione indebita della politica da parte di una piccola compagnia di giro che ha trasformato gli stadi in un truce Bagaglino, con quello che imita Farinacci e quest'altro che fa gol in nome degli oppressi. Dire che il Che non è la svastica, per chi valuti con un minimo di sale in zucca i simboli e la loro genesi, è un'ovvietà, ma perfino le ovvietà sono sprecate in un contesto così incivile e neurolabile come gli stadi di calcio. Perfino il Che, dentro quelle scodelle ribollenti e violente, fa cattivo brodo.
Accorgersi di fare una cosa cretina è una delle forme più alte di "virilità", direbbe Di Canio. Beh, smetta di farla. I tic nervosi si curano, forse sono addirittura mutuabili.

Concordo pienamente...  :angry:

Offline ivan_ringhio

  • Utenti Normali
  • *
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 0
  • Post: 5
    • http://
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #22 il: 15 Dicembre 2005, 17:43:20 »
Citazione
Articolo di Michele Serra apparso su "la Repubblica" del 13/12
Concordo pienamente...  :angry:
[snapback]107158[/snapback]
La cosa più triste è che purtroppo in Italia le trasmissioni calcistiche hanno ascolti da capogiro, questo significa che milioni di persone le guardano e vivono di calcio durante tutta la settimana.Un qualcosa che accade in un contesto tanto guardato e discusso puo provocare reazioni che, guardando bene i "tifosi" dello stadio, sfora sempre più gravemente nell'illegalità e nel danneggiamento degli altri,sia fisico che economico.
Pertanto qualsiasi cosa faccia una persona così in vista come un calciatore diventa purtroppo un fatto nazionale perchè ne senti parlare ovunque.Questo accade anche con i vari sponsor che indossano, difatti i calciatori sono i più ambiti promotori di prodotti.
Detto questo credo prima di fare, dire e istigare con le proprie idee,giuste o sbagliate che siano,I CALCIATORI DOVREBBERO PENSARE prima alle eventuali conseguenze che queste idee provocherebbero,tenendo ben presente che si sta parlando in primis con un branco di deficenti che prima dopo e durante una partita fracassano di botte persone,cose,strutture con la certezza che non gli succederà mai niente, al massimo non andrà allo stadio per un pò.
Vorrei vedere se un giorno una persona normale prendesse a sprangate persone, auto e desse fuoco ai cassonetti se nonvenisse presa e sbattuta dentro o in una casa di cura!
Se pensassero di più a giocare meglio al calcio, mestiere per il quale sono pagati fior di quatrini, forse non saremo qui ad aspettare una coppa del mondo che non arriva dall'82!
In pratica i ragazzi che oggi sono all'università non hanno mai visto in vita loro l'Italia alzare la coppa del mondo! (sensazione molto bella vi assicuro).
Forse però chiedere ad un calciatore di pensare è troppo... già riescono a fatica a fare una frase di senso compiuto! :furious:
W LA NUTELLA!!!

Offline carlones

  • assistente ammaestratore di muli
  • ***
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 0
  • Post: 214
    • http://
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #23 il: 15 Dicembre 2005, 22:46:04 »
diciamo che quell'articolo è "leggermente" a senso unico...(x dirla con un eufemismo) Se da una parte Di Canio fa il saluto romano e viene multato (o sospeso)dall'altra parte c'è un Lucarelli che mostra il pugno chiuso ad ogni partita ma ad oggi nn ho ancora sentito di provvedimenti nei suoi confronti...è chiaro...la storia la fanno i vincitori e so che mentre il saluto romano è proibito dalla costituzione il pugno chiuso no...ma mentre il saluto romano evoca da una parte le leggi razziali,le deportazioni(anche se secondo me nn + di tanto...un conto è la svastica nazista,il saluto romano è un'altra cosa...)dall'altra parte giudico  incredibile che il pugno chiuso nn evochi niente in quei tanti giornalisti e politici e personaggi vari che si sono accaniti su Di Canio...mai sentito parlare di quell'immane tragedia dei campi di lavoro comunisti chiamati gulag oppure se vogliamo arrivare ai giorni nostri a quella dittatura in cina che fa sì che ogni anno scompaiano milioni di persone nel + totale silenzio(deportati nei laogai o peggio)...certamente l'olocausto è stato una tragedia di proporzioni gigantesche ma nn l'unica(e a mio onesto parere nemmeno la peggiore).Sicuramente lo stadio nn è il luogo giusto x rievocare momenti storici di questo tipo ma personalmente nn riesco proprio a capire e,anzi,trovo abbastanza scontate e tristi le critiche rivolte al giocatore della Lazio senza una minimo accenno( se nn un paio di righe)al suo compare livornese...
e dirò di + ,secondo me la cosa + giusta l'ha detta proprio La Russa(anche lui criticato a sua volta...):"ognuno saluta come vuole,nn facciamone un dramma"...meglio accettare senza fare drammi la cosa piuttosto che scatenare un focolaio di proteste come accaduto anche stavolta...so che sono sconfinato decisamente nel campo della politica,ma penso di avere espresso il mio parere in modo educato,e comunque anche l'articolo postato mi sembra che avesse poche attinenze con il calcio...
[span style=\'color:blue\']Se qualcosa può andar male lo farà...
Se qualcosa nn può andar male,lo farà lo stesso...[/span]


Offline ivan_ringhio

  • Utenti Normali
  • *
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 0
  • Post: 5
    • http://
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #24 il: 15 Dicembre 2005, 22:58:15 »
Col fatto che ha poca attinenza col calcio concordo pienamente, e se ci fai caso anche quello che dico ha poca attinenza col calcio, ma molto attinente con l'attenzione che il calcio provoca e pertanto rischia di diventare un mezzo di divulgazione alle masse veloce e sicuro.
Per questo ho scritto che qualunque sia l'ideologia (giusta o sbagliata,di destra o di sinistra) non andrebbe divulgata da un calciatore,perchè può provocare consensi e sconsensi pericolosi.
Il rosso e il nero per me dovrebbero essere solo i colori delle maglie delle squadre in campo, perchè ogni tipo di ideologia,anche la più giusta, portata all'estremo può diventare molto negativa...
W LA NUTELLA!!!

Offline carlones

  • assistente ammaestratore di muli
  • ***
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 0
  • Post: 214
    • http://
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #25 il: 15 Dicembre 2005, 23:11:17 »
giustissimo...sono d'accordo sul fatto che i calciatori possano diventare "pericolosi modelli da imitare" ma secondo me può diventare ancor + pericoloso focalizzare l'attenzione dei media e dell'opinione pubblica su questi fatti...se la cosa venisse ignorata dai media sicuramente farebbe meno danni...puntare il dito in questo modo sulla vicenda secondo me vuol dire solo scaldare gli animi dei tifosi,pronti ad esplodere alla partita successiva...
[span style=\'color:blue\']Se qualcosa può andar male lo farà...
Se qualcosa nn può andar male,lo farà lo stesso...[/span]


Offline ivan_ringhio

  • Utenti Normali
  • *
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 0
  • Post: 5
    • http://
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #26 il: 15 Dicembre 2005, 23:17:33 »
Concordo in pieno!!!

 :cheers:
W LA NUTELLA!!!

Offline GIL GRISSON 82

  • 100%KAKA'dipendente!!!
  • Membro storico
  • *****
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 0
  • Post: 1303
  • Sesso: Maschio
  • 100%KAKA'dipendente!!!
    • http://ame-82.spaces.live.com/
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #27 il: 01 Ottobre 2007, 01:49:58 »
io sono milanista....  
prendetemi pure in giro quest'anno...mi immolo in questo topic!!!!  

Offline Cris 71

  • Android's lover
  • Moderatore
  • Membro storico
  • *
  • Thank You
  • -Given: 15
  • -Receive: 7
  • Post: 2288
  • Sesso: Maschio
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #28 il: 01 Ottobre 2007, 07:54:41 »
Citazione da: Gil Grissom
io sono milanista....  
prendetemi pure in giro quest'anno...mi immolo in questo topic!!!!

Ma no, vedrai che vi riprendete!!    

Purtroppo la vittoria in Champions vi ha saziato un po troppo e i dirigenti non hanno avuto il coraggio di forzara la mano sui cambiamenti alla squadra di cui avete fortemente bisogno!!!!

Se il Milan avesse perso la Coppa le cose sarebbero andate diversamente........

E intanto la Juve.............  

Offline GIL GRISSON 82

  • 100%KAKA'dipendente!!!
  • Membro storico
  • *****
  • Thank You
  • -Given: 0
  • -Receive: 0
  • Post: 1303
  • Sesso: Maschio
  • 100%KAKA'dipendente!!!
    • http://ame-82.spaces.live.com/
INIZIA LA SERIE A
« Risposta #29 il: 01 Ottobre 2007, 12:13:23 »
gila e inzaghi al rogo!!!!  uffa non e possibile pareggiare in casa contro il catania!!!!!! e ke ne vogliamo sperare quest anno...si la juve e' una gran bella squadra perche' anche nn avendo uno squadrone gioca con carattere e determinazione...